Ottimizzazione della vitamina D per la potenza

Udostępnij

La vitamina D è una delle vitamine più importanti per l'organismo, la cui carenza provoca numerosi effetti collaterali. La mancanza di vitamina D può contribuire a: diabete, ipertensione o problemi cardiaci. Non è raro che si verifichino complicazioni neurologiche. La vitamina D svolge anche un ruolo significativo nel mantenere la libido al giusto livello.

Bassi livelli di vitamina D possono avere un effetto diretto sulla bassa quantità di androgeni negli uomini, con conseguente basso livello di testosterone e condizioni corporee molto più deboli. Un livello sufficiente di vitamina D indica un'elevata massa e forza muscolare. Gli esperti hanno dimostrato la dipendenza della vitamina D nel corpo maschile dalle loro prestazioni sessuali e dalla loro fertilità.

Vitamina D per la disfunzione erettile

Un composto chimico chiamato vitamina D è formato nella pelle dai raggi UV. Secondo la ricerca condotta, gli uomini del gruppo di prova avevano il più alto livello di testosterone in estate, più precisamente in agosto. Allo stesso modo, le persone che sono stati testati e avevano livelli più elevati di vitamina D nel sangue hanno mostrato livelli più elevati di testosterone. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la luce solare naturale durante il periodo del feudo, mentre nei mesi restanti si raccomanda un integratore a base di ingredienti come la vitamina D.

Testosterone e vitamina D

Bassi livelli di vitamina D negli uomini possono avere un impatto significativo sulle loro prestazioni sessuali e sul rapporto con il partner. La vitamina D è una parte dei vasi sanguigni e li protegge dalla calcificazione, che è una malattia frequente del sistema sanguigno - aterosclerosi. Purtroppo, questa malattia è una delle più comuni e causa la disfunzione erettile. Si ritiene che gli uomini con aterosclerosi abbiano bassi livelli di vitamina D.

Una maggiore concentrazione di vitamina D significa più testosterone e quindi una migliore attività sessuale. La vitamina colpisce anche la motilità dello sperma e la fertilità maschile. È stato inoltre dimostrato che un adeguato apporto di vitamina D ha un effetto positivo sui sedimenti e sulle funzioni naturali dei vasi sanguigni.

L'assorbimento di vitamina D può essere alquanto problematico a causa dell'accesso limitato alla luce solare naturale durante l'anno. In alternativa, la vitamina D può essere somministrata come integratore. La maggior parte della vitamina D negli alimenti si trova negli oli, nei pesci grassi, nelle uova, nei latticini e negli avocado. E' importante ricordare che il rischio di carenza di vitamina D aumenta con l'età e si presume che livelli insufficienti del composto siano presenti quando scende sotto i 20 ng/ml. I medici consigliano l'assunzione di circa 600 unità di vitamina D per le persone di età compresa tra i 18 e i 70 anni.